5 maggio TROPPO COMODO DIRE L’HA DETTO GABER …

Ieri notte, all’1,45 , il Consiglio di Municipio 3 – era iniziato alle 18.00 – ha approvato la delibera denominata “Linee di indirizzo riqualificazione scalo ferroviario di Lambrate“.
L’assessore Antonella Bruzzese, a mezzo internet, lo ha definito un “documento corale”.
Il suo maestro probabilmente è stato Giorgio Gaber con il refrain La libertà non è uno spazio libero considerato che la maggioranza è favorevole a che si costruisca sullo Scalo per 23.000 mq. (1/3 in meno di quanto era previsto nel progetto originale).
L’esito conseguito – con il premio di maggioranza (60%)  alla coalizione di sinistra (maggioranza nel Municipio 3) – è stato ottenuto facendo sapere ai consiglieri come votare; poi hanno fatta notte bocciando gli 86 emendamenti presentati dall’opposizione.
Ma la seconda riga del refain di Gaber diceva “la libertà è partecipazione.
Ricordatasene A. B ha aggiunto: il risultato conseguito è “l’esito di un percorso iniziato a febbraio fatto di incontri pubblici, sopralluoghi, confronti e commissioni aperte“.
Se lo ha detto Gaber!
Ma non volendo metterci la faccia l’assessore Bruzzese, dopo avere messo di mezzo Gaber, ha concluso, “Ora lo consegniamo all’amministrazione centrale confidando che ne faccia buon uso, perché se è vero che gli scali sono un tema cittadino e metropolitano è altrettanto vero che la loro riqualificazione deve essere anche l’occasione per trattare e risolvere i problemi locali e per dare risposte ai bisogni di chi in questa zona abita, lavora, studia“.
Troppo comodo assessore Bruzzese raccontare che lei ha fatto il compitino e se qualcosa non andrà come da lei desiderato la colpa è di altri. Lei è in solido con l’amministrazione centrale: siete sulla stessa barca!
Lei è, amministrativamente parlando, l’ultima ruota del carro, il soldato in trincea, quello che non decide nulla ma partecipa a un gioco al cui tavolo non si siederà.
Comunque non disperi, a sua consolazione, potrà sempre sentirsi e cantare con Orietta Berti

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in redazione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...