SEZIONE IPOVEDENTI

26 novembre 2009
Inaugurazione in biblioteca
della Sezione ipovedenti
che fa capo all’ANS (Associazione nazionale Subvedenti)

untitled untitledL’associazione ospitata in un ampio locale al primo piano della biblioteca mette a disposizione  degli ipovedenti* circa 150 strumenti tra ingranditori, sintetizzatori vocali di libri, software ingrandenti.
Offre un servizio, fornito gratuitamente dai volontari dell’Ans, tramite il quale gli affetti di questa patologia possono provare i vari ausili e trovare quello adatto così da non spendere  centinaia o migliaia di euro per uno strumento che poi non si adatta del tutto alla loro esigenze.
Senza titolo-1
04112013-S1760001-Modifica

L’associazione offre un servizio di sportello/accoglienza per:
 accompagnamento alla fruizione dei servizi bibliotecari da parte degli utenti afferenti alla sezione ipovedenti della biblioteca (studenti ipovedenti, anziani, utenti con disabilità visiva).

lettura alternativa (grandi caratteri, libri parlati, libri elettronici).
brevi training per la conversione di materiali di studio dal formato cartaceo a testo elettronico e audio, servizio RoboBraille.
utilizzo di Eldy (interfaccia semplificata per windows).
messa a disposizione del fondo librario dell’Ans sul tema ipovisione da consultare in loco.

Anche il servizio “Tommaso!” viene svolto in questi locali.

Per informazioni tel. 02 70632850
www.subvedenti.it

* Gli ipovedenti o subvedenti sono persone che hanno una riduzione dell’acutezza visiva non correggibile con occhiali o lenti a contatto: glaucoma, maculopatia senile, retinopatie, albinismo ecc. ovvero non miopia, presbiopia, astigmatismo.
Ogni ipovedente è diverso dall’altro, per patologia, residuo visivo (misurato in decimi), campo perimetrico, sensibilità al contrasto e alla luce.
A questi parametri se ne aggiungono altri, scarsamente oggettivabili, come le caratteristiche soggettive: il periodo di insorgenza della patologia (alla nascita, da giovani o in età senile), le attitudini personali.
Ma per le persone ipovedenti,oltre agli aspetti oculistici, alla diagnosi, alle terapie e agli interventi, esiste una gamma di risorse compensative che consente loro di uscire dal ruolo di persone assistite e di svolgere, in autonomia, molteplici attività riducendo così di molto le difficoltà quotidiane.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...