IL RENZISMO IN SALSA MENEGHINA

Alcuni giorni addietro abbiamo fatto pubblica ammenda circa l’idea da noi dichiarata che alla base della composizione della Giunta del Municipio 3, messa in piedi da Caterina Antola, vi sia stato un filo conduttore: a Caterina Antola gli assessori sono legati da un rapporto di consolidata appartenenza a valori condivisi.
Ci siamo creduti prosaici e invece siamo stati troppo aulici.
Quanto raccontato da Gabriele Mariani disvela un retroscena che testimonia come la partecipazione al voto nel Municipio 3 sia stata usata da parte di alcuni, ottenuta la vittoria elettorale, per fare scempio in un solo colpo di elettori ed eletti.
Se nella lettera aperta da noi scritta a Caterina Antola le chiedevamo conto del perché aveva formato una Giunta senza rispettare il voto degli elettori, ancora attendiamo  risposta, ora sappiamo che il nostro errore di valutazione è stato più grave di quanto da noi paventato.
Caterina Antola, alla luce di quanto è venuto a galla, pare che all’interno del suo partito non abbia deciso niente: altri hanno deciso per lei; e continuano a farlo.
Lei, novella Eva, è la foglia di fico di un gioco che non governa.
La settimana prossima ci sarà la calata di Carmela Rozza in Municipio; prossimamente verrà allestito un teatrino sul futuro di Città Studi; Lei interverrà alla presentazione di un libro, edito da una casa editrice a pagamento, scritto da un prestigioso autore che si cela dietro lo pseudonimo di El Grinta, mentre chi spicca nel circolo 02PD tesse le sue trame (vd. scali ferroviari). Come non dare ragione a Gabriele Mariani!salsa
Nella prima riunione di Municipio 3 ci eravamo stupiti  che Caterina Antola avesse assunto su di sé la delega alla Sicurezza, considerata l’attenzione e la litigiosità dell’opposizione sul tema. Ma altri, più attenti di noi, ci dicono che ha assunto anche la delega a: Case Popolari e Periferie, Servizi educativi, Bilancio, Municipalità e Affari Istituzionali.
In sostanza ha commissariato la gran parte delle commissioni; posto che, in caso contrario, le Commissioni consigliari avrebbero avuto un peso nelle decisioni che la Giunta compie.
Sinistra x Milano, lontana parente dei comitati Pisapia, al tavolo della spartizione degli incarichi in Giunta, non ha eccepito sul fatto che il voto dei cittadini non fosse rispettato… , in fondo Gabriele Mariani era un candidato ancora con tessera PD, e Antonella Bruzzese aveva comunque, per motivi professionali, interagito con i comitati e le associazioni che gravitano a Lambrate tanto da farsi preferire anche perché collega dell’ex assessore Balducci. E poi, contorcendo la storia, hanno preso a prestito lo slogan di Deng Xiaoping: Non importa se il gatto è bianco o nero l’importante è che prenda il topo e il loro topo era poter dire: abbiamo un assessore nel Municipio 3!
Così oggi, Antonella Bruzzese e il nuovo consigliere Mariolina De Luca, consigliera uscente ecologista e verde della prima ora, subentrata a Mariani, rappresentano Sinistra x Milano al Municipio 3.
Noi Milano – Beppe Sala Sindaco, formazione elettorale facente parte della coalizione di sinistra,  ha ottenuto quanto promesso: Vincenzo Casati, storico presidente delle Acli del circolo di via Conterosso 5, è stato nominato presidente del Consiglio di Municipio 3. E nelle beghe degli altri non si intromette dovendo già tenere ben ritto il timone del suo circolo che ecumenicamente è aperto a tutti, ed è per numero di iscritti quello più numeroso di Milano e anche sopravanza il numero di iscritti del circolo 02PD di via Eustachi.

La plastica visione della debolezza del PD è data dalla sua vittoria elettorale. Una norma a dire poco truffaldina (che a livello cittadino si è ritorta contro chi l’ha escogitata, 5 municipi su 9 sono andati alla coalizione di destra) ha permesso alla coalizione di sinistra di vincere le elezioni senza andare al ballottaggio perché ha conseguito al primo turno elettorale un numero di voti superiore al 40% dei votanti, e ha  beneficiato di un numero di eletti pari a quello che avrebbe ottenuto se il 60% degli elettori l’avessero votata.

Il PD aveva presentato una lista con 6 capilista, la metà dei quali non è stato eletta. Non ha presentato il consigliere Mariani e ha deciso di fare a meno di Sara Rossin per mettere in lista due giovani che hanno rottamato due consiglieri uscenti. (Ironia della sorte!). Di seguito riportiamo il nome e il risultato conseguito dai 6.

1. SAMMARCO MANUELA seconda. Nominata non già assessore ma Presidente della commissione EDUCAZIONE. E poi nominata dal Presidente di Municipio referente del Municipio 3 della Rappresentanza delle scuole dell’Infanzia e referente del Municipio 3 della Rappresentanza Cittadina della Commissione Mensa.
2
. ROVELLI PIERANGELO iscritto al PD. Capogruppo uscente. ex presidente della commissione Decentramento e partecipazione. Non rieletto
3. SPOLDI CRISTINA NICETTA SOFIA nona. Nominata
 Vice-Presidente della Commissione Attività Produttive e Qualità dell’Azione Amministrativa
4. DE PASCALIS MARIO SALVATORE Non eletto
5. ROSCO GIUSEPPINA terza, Consigliere uscente. Nominata Presidente della Commissione Politiche sociali e Sicurezza
6. MUZIO ADALBERTO Iscritto al PD, ex vice-presidente della Commissione Lavoro, sicurezza e attività produttive. Non eletto

A seguire gli altri candidati in ordine alfabetico erano:
7. AVERNA RENATA Non eletta
8. MONZIO COMPAGNONI DARIO indipendente, quarto. Consigliere uscente. Presidente della Commissione TERRITORIO E AFFARI ISTITUZIONALI. 
9. BAFUNNO ELENA Non eletta
10. BARBERA SANTI Non eletta
11. BORGESE VALERIA settima. Nominata Presidente della Commissione Attività Produttive e Qualità dell’Azione Amministrativa

12. BONIOLO SERGIO ottavo. Nominato capogruppo del PD.
13. CAMMARANO CATERINA Non eletta
14. COSTAMAGNA LUCA primo Assessore con deleghe a: Benessere e Felicità; Comunicazione e Partecipazione; Cultura; Biblioteche e Politiche Giovanili.
15. DA RIN FEDERICA GELTRUDE Non eletta
16. CRUZ ZAMY RENZO detto AVERIA dodicesimo
17. GARBI GRAZIELLA Non eletta
18. CURCI VITO tredicesimo Nominato vice-presidente Commissione Bilancio e Controllo
19. GIULIANI ALESSIA sesta
20. MALIVERNI GIORGIO ANSELMO
21. MONTERSINO INES Non eletta
22. MARTINI FERNANDO MARIO Non eletto
23. ROBERTI GLORIA MARGHERITA Non eletta
24. MONTI CESARE undicesimo In passato già consigliere del PD. Aclista e presidente della cooperativa Dorica, associata al Consorzio Cooperative Lavoratori, che insieme alla cooperativa E.Co.Polis ha promosso la costruenda edificazione di due palazzine di 8 piani, per complessivi 150 appartamenti, tra via Pitteri /Tanzi/Canzi. Ora è vice-presidente della Commissione TERRITORIO E AFFARI ISTITUZIONALI 
25. SALA GIUDITTA Non eletta
26. OPPIO MARIO Non eletta
27. SIRCHIA HELGA Non eletta
28. SASSI PAOLO Non eletto
29. ZANASI GABRIELLI PANZA FRANCESCA detta ZANASI nona Nominata vice-presidente della commissione Cultura e Sport
30. ROSSI FILIPPO ANDREA quinto Scelto come vice- presidente del Consiglio di Municipio, già consigliere di F. I.

Detto questo il PD può permettersi di proporre una legge incentrata sull’idea forte Più democrazia e trasparenza nei partiti considerato il livello di democrazia e trasparenza che c’è quanto meno nel circolo PD presente nel Municipio 3?

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Giunta Municipio 3, MUNICIPIO 3, redazione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...