I NUOVI VANDALI

Venerdì, nel tardo pomeriggio, siamo andati al parco Lambro per vedere come procedeva il disboscamento del terreno dello svizzero. Ne abbiamo parlato alcuni mesi orsono
DOPO 50 ANNI AL PARCO LAMBRO SPUNRA UN’ALTRA VILLA
A  PROPOSITO DI PROPRIETA’ PRIVATE AL PARCO LAMBRO
IL COMUNE STA TRATTANDO CON IL PROPRIETARIO DELL’AREA PRIVATA DEL PARCO LAMBRO

Ma un’altra volta vi racconteremo quello che abbiamo visto perché oggi – domenica – entrati nel parco da via Feltre, con nostro grande stupore, abbiamo constatato che le piante sul lato destro del vialetto – quello che porta alla pista di skateboard – erano state tutte sfrondate dei rami più bassi. E ieri era il 9 giugno!
Una cosa senza senso: vandalica!

Sono anni che ci sono piante nella ex cava che attendono una degna sepoltura e il Comune fa quello che non dovrebbe fare: non seppellisce i morti e mutila i vivi, fuori stagione!
Ma a tutto c’è un perché.
I rami delle piante erano troppo bassi da qui l’ideona di potarli perché la giunta del Municipio 3 per domenica prossima 16 giugno ha in serbo per noi una sorpresa:

Un’ultima notazione. Su via Feltre vi è una biciclette vandalizzata.


Sicuramente è stato qualche cittadino italiano. Ma se il Municipio 3 provvederà a rimuoverla, dati i potenti mezzi  di cui dispone, tutti ci faremo una buona figura.

Digressione | Pubblicato il di | 2 commenti

Via PANFILO CASTALDI COSI’ NON L’AVEVATE MAI VISTA

Nell’ultimo articolo sulle saracinesche di zona abbiamo illustrato come via  Tadino fosse caratterizzata da saracinesche dipinte con un cerchio puntinato di colore diverso e su sfondi diversi. Ebbene anche via Panfilo Castaldi ha utilizzato per le saracinesche di molti esercizi lo stesso “stile”.

P. S. Se vi posizionate su una immagine potete ingrandirla. Nel caso in cui abbiamo omesso di inserire una “saracinesca” segnalatecela e provvederemo a correggere la svista.
Sullo stesso tema abbiamo dato conto di:
Viale delle Rimembranze di Lambrate
Via Casoretto
Via Porpora
Via Pacini
Via Bassini
Via Aselli
Via Teodosio
Viale Abruzzi
Viale Romagna
Via Ampére
Via Tadino

Digressione | Pubblicato il di | Contrassegnato | Lascia un commento

6 giugno AL FUOCO! AL FUOCO! … QUANDO SI DICE LA FATALITA’

Le norme di sicurezza contro gli incendi sono ora più efficaci. Al punto che circa una ventina di giorni fa, vi è stata da parte delle autorità preposte, una ispezione nella Biblioteca Valvassori Peroni, per verificare il rinnovo del certificato di protezione incendi.
Dalle verifiche pare sia emerso che il certificato era scaduto e che l’impianto – qualcuno ha sostenuto a causa della diminuzione dell’erogazione della pressione dell’acqua da parte di MM – non sia in grado di consentire alle bocchette antincendio di erogare una quantità sufficiente di acqua per domare le fiamme, se nella biblioteca scoppia un incendio*.
La soluzione paventata dai funzionari intervenuti è stata quella che la Biblioteca doveva essere chiusa per gli adeguamenti del caso. Informato della cosa pare che l’assessore competente si sia opposto alla chiusura della Biblioteca perché già quella di Crescenzago è chiusa per via di lavori di adeguamento.  Nelle more della discussione è emerso che la Biblioteca poteva rimanere aperta se veniva ridotto il numero dei volumi presenti: non più di 10000, previa stoccaggio degli altri 40000 circa, in un altro luogo idoneo.
Ad oggi nessun utente è informato del “pericolo” che corre.
Come è noto in via Valvassori Peroni 56 oltre alla biblioteca vi è un Auditorium, la cui capienza è di circa 250 posti, e fa capo alle competenze del Municipio 3. Anch’esso è stato interessato dall’ispezione. E ad oggi sembra che la soluzione trovata sia che può rimanere aperto ma la sua capienza è ridotta a 99 persone, per i prossimi XXX  giorni.
Chi debba vigilare sul numero delle persone che accedono all’Auditorium non è dato sapere. Ne è dato sapere come possa essere impedito alla centesima persona di accedervi.
Facile supporre che chi aprirà la porta dell’Auditorium rimarrà con il cerino acceso perché a lui spetterà: l’onere dell’informazione; quello della conta delle persone e l’impedire che la centesima persona entri a meno che, sua sponte, non si attivi e chieda ai vigili di intervenire per dare un permesso in deroga.
Quanto al bar che utilizza anche l’Auditorium no comment: la palla l’ha in mano il Municipio 3.
_________
* La voce invero pare fantasiosa considerato che a causa dell’aumento della falda acquifera ci sono lavori nella metropolitana 2, in via Pacini.
E’ più probabile che oltre al difetto di scarico dell’impianto fognario, che negli anni passato ha causato continui rigurgiti di liquame nei bagni della Biblioteca, qui ci troviamo in presenza di una sottostima – all’epoca della costruzione della biblioteca –  dei sistemi antincendio e – ora – a un loro non adeguamento.

Digressione | Pubblicato il di | Lascia un commento

TRATTATI COME MORTI DI FAME

A chi andrà all’inaugurazione “MERENDA PER TUTTI!”
Achille Lauro regalava pasta a chi lo votava i membri del Municipio 3 per riempire le piazze regalano merende!

Digressione | Pubblicato il di | 1 commento

giugno 2019 – maggio 2021 CANTIERE PACINI: MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA LINEA 2 DELLA METROPOLITANA

Causa innalzamento della falda acquifera

A partire da giugno 2019 in via Pacini, tra via Bottesini e via Teodosio, per tutto il periodo dei lavori – stimati in 2 anni – verrà interdetta la sosta agli autoveicoli.
Il trasporto pubblico di superficie sarà garantito con limitati spostamenti delle fermate.
Nei mesi di agosto 2019 e agosto 2020 sarà interrotto il transito della linea M2 dalla stazione di Loreto alla stazione di Udine per consentire i lavori in galleria. In tale periodo ATM attiverà un servizio bus sostitutivo da Loreto a Udine con fermate a Piola e Lambrate.

 Fotografo Cossu, Sergio / Publifoto via Pacini ottobre 1965

Fotografo Cossu, Sergio / Publifoto via Pacini ottobre 1965 Operai al lavoro Metropolitana 2

Fasi di cantiere:
Giugno 2019 – Agosto20 19: chiusura della carreggiata stradale lato numeri dispari di via Pacini in direzione p.za Piola, tra via Bottesini e via Capranica
Agosto 2019 – Gennaio 2020: chiusura della carreggiata stradale lato numeri dispari di via Pacini in direzione p.za Piola, tra via Bottesini e via Brocchi
Gennaio 2020 – Luglio 2020: chiusura della carreggiata stradale lato numeri dispari di via Pacini in direzione p.za Piola, tra via Bottesini e via Teodosio
Il Comune garantisce che:
– saranno garantiti gli accessi pedonali ai condomini, agli esercizi commerciali e la percorribilità del marciapiede.
– verranno adottate misure di protezione a tutela delle alberature presenti.

Digressione | Pubblicato il di | Lascia un commento

30 maggio 12 giugno IDENTITA’ METROPOLITANE

Digressione | Pubblicato il di | Lascia un commento

giugno -luglio TRICICLI D’EPOCA AL RUBATTINO


Adatto ai bambini dai 3 ai 12 anni

Digressione | Pubblicato il di | Lascia un commento

DAL BUCO ALL’OSTELLO

Nel 2017 il comune di Milano aveva aderito a un bando internazionale lanciato da una organizzazione denominata C40  Cities Climate per trasformare 4 siti inutilizati o degradati di Milano: tra questi, vi era il parcheggio incastonato tra palazzi di via Andrea Doria.*

I progetti arrivati sono stati selezionati secondo un meccanismo basato in primo luogo sulla qualità del progetto e poi sull’offerta economica.
In via Andrea Doria il buco sarà riempito da  un ostello, proposto da (TEICOS UE SRL + FUTURE ENERGY SRL + DELEO SRL + ENERGA SRL) con un’offerta economica di 1.073.555 euro (base d’asta 1.053.500 euro). Avrà 9 piani e 280 posti letto. Al piano terra vi sarà un bar ad uso sia degli ospiti dell’ostello che dei milanesi mentre l’ultimo piano sarà a edilizia libera con accesso indipendente.
Oltre a riempire il buco il progetto prevede anche la trasformazione del tratto di via compreso tra viale Brianza e via Palestrina che avrà una corsia unica, marciapiedi più ampi e 90 alberi.

Immagine tratta da Corriere.it

A questo punto qualche domanda pare lecita: l’ultimo piano a edilizia privata remunera il costruttore delle spese sostenute per l’area e qualcosina di più ma chi sosterrà le spese per trasformare il tratto di via: Noi cittadini?
____________
* Di tale bando abbiamo dato notizia in un articolo riproducendo, tra l’altro, uno scritto di ENZO SCANDURRA

Digressione | Pubblicato il di | Lascia un commento