Se vi posizionate sulla immagine di Giuseppe Sala – mentre esulta per l’assegnazione delle Olimpiadi invernali anche a Milano – leggere  un articolo di Gianni Barbacetto che … non condivide questo “fatto” e molti altri compiuti da Sala in questi anni e, che se rieletto, compirà in futuro.

Pubblicato il da TWB | Lascia un commento

A Napoli c’è la tradizione del Caffè sospeso.
A Milano, dall’anno passato, l’associazione Panettone Sospeso promuove un’iniziativa analoga: invece della tazza di caffè: un panettone.

Sono 15 le pasticcerie che a Milano hanno aderito a questa iniziativa: 2 si trovano nella  Zona 3.
Pasticceria San Gregorio via San Gregorio 1,
Pasticceria Ungaro via Ronchi 39.
Per ogni panettone acquistato le pasticcerie ne doneranno un altro, raddoppiando così la donazione effettiva.

Dal 7 al 22 dicembre è possibile acquistare un “panettone sospeso” che sarà donato a Casa Jannacci – la Casa dell’Accoglienza di Viale Ortles che offre assistenza ai senza fissa dimora – e a Milano Aiuta, la rete di solidarietà creata dal Comune di Milano per sostenere i cittadini e le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza da Covid-19.

Pubblicato il da TWB | Lascia un commento

Pubblicato il da TWB | Lascia un commento

Nel secondo dopoguerra, la sede storica delle Patatine San Carlo si trovava in via Siusi 12. La storia della San Carlo l’avevamo raccontata 2 anni orsono (vd.) quand’ecco che, un lettore, il 2 novembre del corrente mese, ci ha inviato una email informandoci che il 30 ottobre  la “ex Sede della San Carlo è stata occupata!”…
Oggi siamo andati a vedere.
Fuori dallo stabilimento non vi era più l’insegna SAN CARLO e dall’interno provenivano dei rumori di chi stava martellando. Nel cortile vi era un uomo anziano che con una cazzuola sistemava la pavimentazione del cortile.
La porta da cui i “nuovi abitanti” della fabbrica sono entrati è stata aperta sgretolando parte del muro che è stato ripristinato con due forati e un po’ di cemento.
Le due porte d’ingresso e il cancello erano chiusi.
Non abbiamo distolto dal suo lavoro l’uomo anziano.
Ci siamo limitati a fotografato quello che era stato affisso sui muri e sul cancello.

P. S. Se vi posizionate sulle immagini potete ingrandirle. Buona lettura!

Pubblicato il da TWB | Lascia un commento

In via Folli, a Lambrate, da un po’ di tempo sono comparse, incollate sui muri, le poesie biodegradabili, del Movimento per l’Emancipazione della Poesia che ha un logo estremamente buffo.
E’ composto dal carattere iniziale delle 3 parole che contraddistinguono questi poeti. Due sono in maiuscolo e una in minuscolo forse perchè i promotori del movimento sono inconsciamente consapevoli che le loro creature non si emanciperanno MAI.

Di questi tempi, pensando al futuro prossimo che ci aspetta, tali poesie non potremo più leggerle sui muri e perciò ci siamo presi la briga di riprodurle qui di seguito. Potrebbero essere lo spunto per pensare al nostro passato e a quel che potrebbe essere il nostro futuro: poeti?

Pubblicato il da TWB | Lascia un commento

Pubblicato il da TWB | Lascia un commento

Assessore Maran domenica siamo andati al parco Lambro per vedere se potevamo suggerirle di mettere qualche panchina – di quelle che Lei, con pubblica sottoscrizione, ha donato ai Milanesi – sui 45000 mq che l’Innominato ha, anche Lui donato!, ai milanesi.
Assessore dietro la favola del Parco dello Svizzero chi sono stati i “donatore dell’area”?
Veda il Municipio 3 nella persona dell’assessore suo omologo sul quesito – interpellato – si è mostrato “smemorato”: per questo rivolgiamo anche a Lei la domanda.
L’assessore al Municipio 3, suo omologo, l’anno passato ci disse che “il/i donatori” -di cui non ricordava il nome – aveva donato parte dell’area e l’altra ci ha fatto indendere che era motivo di discussione.
Di certo l’impresa di giardinaggio doveva terminare i lavori, a spese del “donatore” – nell’aprile di quest’anno. Ma sappiamo che i lavori si sono prolungati causa virus.
Cinque giorni fa sulla pagina Facebook di “Filippo Rossi Consigliere di Municipio 3 a Milano, Vice Presidente del Consiglio con delega a Pari Opportunità e Diritti” il che, ci pare di capire in materia non ha alcun titolo per argomentare – postava una serie di foto corredate da un titolo, “PARCO DELLO SVIZZERO TIRATO A LUCIDO!”, e un breve commento nel quale diceva: … “Adesso sarà possibile godersi questa grande area (sono 45.000 mq!) sistemata per tutto l’inverno”.
Da qui l’origianaria idea di suggerirle le panchine.
Ma ahimè, assessore Maran, la nostra idea è stata travolta dagli eventi naturali e dall’intraprendenza dell’uomo.
In questi scatti si possono contare 8 alberi sradicati dalla pioggia della settimana scorsa

E ciò che non ha fatto la natura l’ha fatto l’uomo. Con quasi certezza gli ospiti o i soci del Tennis Club Ambrosiana hanno scaricato decine e decine di palle da tennis disseminandole sulla ex sterpaglia; un’anima pia ha coperto le radici di un albero sradicato, con 3 materassi.

Non abbiamo goduto del terreno tirato a lucido perchè infestati da nugoli di insetti.
Assessore Maran sappiamo che con squisita sensibilità Ella ha accondisceso a soprassedere alla realizzazione del “Progetto vivere il parco Lambro“.
Con altrettanta sensibità fino a primavera prossima rivedremo crescere le erbe infestanti, continueremo a contare le palle da tennis e al posto delle panchine ci saranno altri materassi?
P. S.  Chi è il “donatore” dei 45.000 mq.?

Pubblicato il da TWB | Lascia un commento

SEMBRA CHE SIAMO STATI ASCOLTATI

Nella serata di venerdì l’Ufficio Stampa del Comune di Milano diramava questo Comunicato

P.P.Se vi posizionate sull’immagine potete aprirla e leggere il comunicato

Pubblicato il da TWB | Lascia un commento