18 gennaio MEGLIO TARDI CHE MAI

Negli ultimi tempi si è soliti parlare del futuro di Città Studi ovvero della migrazione delle facoltà scientifiche della Statale su area EXPO.
A seguito di questa eventualità su Facebook v’è una pagina (meritoria) – gestita da abitanti del Municipio 3 – che angosciati/angoscianti l’hanno titolata CHE NE SARA’ DI CITTA’ STUDI? (La cui ultima iniziativa è una lettera aperta inviata al sindaco Sala e rivolta ai cittadini del Minicipio3*)
L’ex Cdz3 e recentemente il Municipio 3 hanno indetto assemblee pubbliche sul tema. La RSU dell’Università degli Studi di Milano ha emesso un comunicato16113927_1265145486856547_5969843270122519485_n1 Così pure la FLC CGL – Università degli Studi di Milano
flc-cgil-universita-degli-studi-di-milanoIl Movimento5 Stelle ha chiesto che, domani sera, il Consiglio di Municipio 3 discuta e voti una loro mozione sul tema**.
m5

Certamente tutto questo discutere è lecito ma non tiene in conto un piccolo particolare: la prima dismissione che avverrà a Città Studi non coinvolgerà il Besta o l’Istituto dei Tumori, che da tempo immemore dovrebbero migrare a Sesto San Giovanni, e neppure le Facoltà scientifiche della Statale ma fa Facoltà di Veterinaria oggetto di languidi sospiri per le sue vezzose casette rosse!
Di quel luogo romantico e della vita che è scorsa tra le sue mura e delle decisioni prese dalla politica sul suo futuro abbiamo attinto da una sola fonte: il Corriere della Sera, così che parrà a tutti palese quanto è parziale la narrazione dei fatti che si può desumere dai titoli che sono apparsi sulle sue pagine (e non poteva essere diversamente).
Una narrazione crediamo però utile: da un lato, per capire quanto siano lunghi e tortuosi i tempi della politica e dall’altro lato ci riporti alla realtà, senza fughe in avanti, e ci induca a discutere su cosa ne sarà di quel perimetro di terra lasciato dalla Facoltà di Veterinaria. L’auspicio è che siano i cittadini o non la politica, con i sui tempi – 47 anni sono passati da quando il Comune fece una variante al Piano regolatore che prevedeva il trasferimento delle facoltà di Veterinaria e Agraria -, a decidere di realizzare su quello spazio un’area verde NOSTRA.
Meglio tardi che mai.
P. S. Se cliccate su un titolo vedrete la data di pubblicazione

_______________
* https://chenesaradicittastudi.files.wordpress.com/2017/01/letteraapertasindacosala_18_01_2017.pdf
** Con squisita sensibilità istituzionale l’ordine del giorno di convocazione del Consiglio di Municipio riporta al punto 7 : Mozione “Città Studi ed Expo” e omette di indicare chi ha presentato tale mozione.

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in redazione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...