A FURIA DI PENSARE AL CANALE HO PERSO I MIEI SOLDI

Questo titolo fa un po’ il verso a un articolo che abbiamo pubblicato l’anno passato A FURIA DI STARE FERMO HO PERSO LA TESTA: SONO UN PICCIONE! (vd.).
Ma questo è assolutamente veritiero. Eugenio Villoresi, di lui stiamo parlando, perse tutti i suoi soldi per realizzare il canale che porta il suo nome. A noi, abitanti del Municipio 3, è più o meno familiare, a seconda che abitiamo più o meno vicino a piazza Leonardo da Vinci. Perché è proprio nella piazza che dal 1970 a sua imperitura gloria è posta la statua – opera di Luigi Panzeri – che lo ritrae.
E considerato che si fa un gran parlare, ormai da un anno, del possibile trasferimento delle facoltà scientifiche della Statale su area EXPO abbiamo pensato bene di illustrare, con parole tratte da una pubblicazione del Consorzio di bonifica Est Ticino Villoresi (vd.), la figura di Eugenio Villoresi che in piazza Leonardo da Vinci c’è e non si sposterà di certo per cercare nuove avventure..
libretto-125-anni-4ww2w

 

6w7-wSe, come abbiamo visto, la vita terrena di Eugenio Villoresi non si chiuse, se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, con un successo pieno anche da morto la sua vita in effige è stata tribolata.
19006-villoresiNel 1906 un Comitato appositamente costituito decise di fare realizzare ed erigere una statua in suo onore.
La cosa andò a buon fine e la statua rimase, per quel che ci è dato di sapere, nell’attuale piazza Cadorna.1955-stazione-nord
Quand’ecco che l’operosa Milano decise di costruire la metropolitana e a Eugenio Villoresi dette lo sfratto.
Egli giacque nell’oblio, in un fossato del Castello Sforzesco, e a nulla valsero gli sforzi di chi voleva ricollocarlo la dove era già stato.
19640604-statua-villoresi
Così che il nostro dovette ancora aspettare la sua nuova ora. E dopo il purgatorio
21-luglio-1970il paradiso
corrierre-dinformazione-30-31-luglio-1970_____________
P. S. I ritagli di giornale sono stati “forniti” dai membri del sito  Skyscrapercity.com

 

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in redazione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...