QUANDO UN’OCCUPAZIONE AIUTA A RISPARMIARE

img_0025wQuelli del centro sociale Lambretta il mese scorso sono tornati agli onori delle cronache del nostro Municipio perché, dopo due anni di assenza – erano stati sgomberati dalle palazzine di piazza Ferravilla, recentemente vendute da ALER per la modica somma di 11.120.000 euro – si sono acquartierati, sabato 24 settembre ultimo scorso, in via Canzio 4.
Il proprietario dell’immobile, identificabile nella persona del rettore della università Statale Gianluca Vago, santificate le feste, il 26 settembre informava gli organi di stampa che aveva chiesto lo sgombero dello stabile.
Il 27 settembre sul sito dell’università Statale è comparsa una lettera del Rettore indirizzata alla Conferenza degli Studenti (1) che di seguito vi proponiamo: (2)

Cari studenti,

sabato scorso un gruppo di persone appartenenti al Centro Sociale “La Lambretta” ha occupato uno stabile in via Canzio di proprietà della nostra Università.

L’edificio è uno dei nostri studentati, da tempo. Come ben ricordano i vostri rappresentanti in Consiglio di Amministrazione, l’Università ha deciso, lo scorso anno, di ristrutturare lo stabile, riservandolo sempre alla funzione di ospitalità per studenti e per ricercatori ospiti del nostro Ateneo.

L’intervento edilizio, che impegna l’Università per un costo stimato di circa 1.500.000 euro, interamente a carico del nostro bilancio, sarebbe dovuto iniziare con l’attivazione del cantiere di lavoro nel prossimo mese di ottobre, tra pochi giorni.

L’occupazione dello stabile impedisce ovviamente l’inizio dei lavori, danneggiando l’Ateneo, ma prima di tutto gli studenti che non potranno disporre di una residenza dedicata e rinnovata dopo molti anni.

Naturalmente, al contrario di quanto affermato dagli occupanti, non c’è nessun interesse privato, né, appunto, si voleva lasciare vuoto lo stabile, al contrario.

Per difendere il nostro progetto, e garantirvi l’opportunità di un servizio migliore, abbiamo denunciato l’episodio alle autorità, chiedendo lo sgombero dell’edificio.

Come in altre occasioni, non crediamo si possa accettare una situazione di illegalità, che prevarica ogni diritto altrui, e paradossalmente danneggia proprio chi, con sacrificio e tenacia, si impegna negli studi universitari.

Un caro saluto
Il Rettore
Gianluca Vago

Il 28 settembre il Centro Sociale Lambretta, sulla sua pagina Facebook, ha postato una risposta che di seguito riportiamo (3)

NON RESTIAMO SUL VAGO
A seguito delle dichiarazioni del Rettore Vago riportate da Repubblica pensiamo sia necessario precisare e chiarire alcuni passaggi che riteniamo essere stati decisamente travisati.
Il Rettore ci accusa tramite una mail inviata ai rappresentanti delle liste studentesche di aver privato le studentesse e gli studenti di una residenza universitaria, scordandosi degli anni di inutilizzo dello spazio di via Canzio e non solo, determinati dalla sua stessa gestione.
Saremmo anche curiosi di conoscere le ragioni per cui il patrimonio edilizio universitario non sia utilizzato, in una città dove il caro affitti si abbatte fortemente anche sugli studenti.
Ci teniamo ad essere molto chiari su questo punto: noi non abbiamo alcuna intenzione di privare gli studenti di alcunché.
Abbiamo sottratto uno spazio all’inutilizzo, e non ci basta la parola di quello stesso Rettore che da un lato millanta di tutelare i diritti degli universitari e dall’altro ha più volte permesso l’ingresso della polizia in assetto antisommossa in università (occasioni in cui alcuni studenti sono stati picchiati e denunciati).
Secondo il Rettore noi siamo di ostacolo per l’inizio dei lavori, ma noi non abbiamo alcuna intenzione di impedire un’eventuale ristrutturazione. Riteniamo comunque curioso che i fantomatici lavori siano stati annunciati dopo anni di abbandono e inutilizzo dello stabile. Proprio quando abbiamo aperto il vaso di pandora, ricco di inadempienze e malagestione economica! Che coincidenza!
Per noi il diritto all’abitare è di fondamentale importanza e inalienabile: il costo di 450€ per una camera singola, come da listino prezzi delle residenze universitarie, non ci sembra accessibile a tutti e tutte.
Rimandiamo al mittente tutte le accuse. Rivendicando lo spazio non abbiamo leso il diritto di nessuno; abbiamo anzi riaperto uno spazio dedicato agli studenti proprio per gli studenti, dove in maniera gratuita ed autorganizzata possono – come nel precedente spazio di via Cornalia e prima ancora di piazza Ferravilla – riunirsi, concretizzare i loro progetti e organizzare iniziative politiche e culturali.

Ai lettori trarre le conclusioni.

Certo è singolare sentire dire dal Rettore della Statale che se valutato economicamente il passaggio delle facoltà scientifica della Statale da Città studi a area EXPO è fattibile qualora la politica si accolli 120milioni di euro. E poi scoprire che il Consiglio di amministrazione aveva deciso un anno fa di incominciare i lavori di ristrutturazione dello studentato di via Canzio proprio questo mese! (4)
Al netto di ogni altra considerazione, per uscire dal Vago, ben venga il Centro Sociale Lambretta che se le facoltà della Statale da Città Studi vanno sull’area EXPO permette loro di risparmiare 1.500.000 euro, soldi che sarebbero stati spesi per ripristinare un edificio che poi non sarebbe stato utilizzato.

Voi vedere che lo stabile verrà disoccupato/sgomberato quando il nodo trasferimento della Statale sarà sciolto?

_________

1) la Conferenza degli Studenti è l’organo di rappresentanza del corpo studentesco dell’Ateneo
2) L’originale lo trovate al link: http://www.unimi.it/news/4257.htm
3) Link della pagina Facebook del Centro sociale Lambretta: 28 settembre https://www.facebook.com/csoalambretta/?fref=ts
4) Singolare ma è pur sempre vero che tale spesa è indicata nel bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2016 dell’Università (vd.)

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in redazione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...