8 settembre ACCORDO AL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO SUL FUTURO DELL’INNSE

Di seguito riportiamo il Verbale di riunione: INNSE  Milano – redatto dal Ministero dello sviluppo economico. 

In data 8 Settembre 2016 si è tenuto un incontro riguardante la situazione di INNSE Milano Spa. Alla riunione presieduta dal Dr. G. Castano del Mise, erano presenti il Dr. Fulvio Matone di ARIFL (Regione Lombardia ), i Rappresentanti di INNSE MILANO SPA il Sig. Flavio LOGICA assistito dal CDL Dr. Roberto PENNACCHIO, le OOSS Nazionali e territoriali di Milano FIOM-CGIL.

I Rappresentanti Aziendali hanno illustrato le condizioni necessarie per il risanamento dell’impresa che prevedono nel medio / breve periodo ingenti investimenti produttivi destinati al rilancio aziendale, nonché la necessità di una completa riorganizzazione aziendale.

Queste condizioni sono state declinate in un documento (Ipotesi di Accordo) allegato al presente verbale che sarà soggetto all’approvazione da parte dei lavoratori di INNSE Milano.

Il Mise in rappresentanza del Governo, condivide le soluzioni prospettate nel documento di cui sopra, che assicurano un futuro industriale all’azienda auspicando che possano trovare piena condivisione, a tal proposito il tavolo rimane aperto per un monitoraggio degli sviluppi della vertenza. Il Mise, recependo la richiesta della Fiom-Cgil di estendere il periodo di garanzia circa il mantenimento dell’attività industriale di INNSE Milano in Via Rubattino n. 87, propone alla INNSE MILANO SpA, di prestare il proprio consenso per la modifica degli accordi notarili già stipulati, accettando la proroga dal 31 dicembre 2025 al 31 dicembre 2030 del termine fino al quale dovrà essere mantenuta la destinazione industriale del compendio immobiliare sito in Milano, che attualmente ospita il complesso aziendale di INNSE Milano SpA (immutate le altre pattuizioni degli accordi di cui sopra per il caso di mutata destinazione del compendio medesimo prima del 31 dicembre 2030).

INNSE MILANO SpA si dichiara sin d’ora disponibile a realizzare la proposta governativa, sul presupposto e a condizione dell’esito positivo degli interventi ed investimenti contenuti nel Piano e già approvati dal Ministero del Lavoro con D.D. 96245 del 15 giugno 2016, nonché alla condizione della relativa conferma nell’ambito della procedura di verifica di cui all’ Art. 25, comma 6, del D.Lgs. 148/2015.

Le OOSS FIOM Nazionale e territoriale di Milano condividono il percorso prospettato dal Rappresentante del Governo ed esplicitato nel documento allegato che sarà sottoposto all’approvazione con referendum dei Lavoratori.

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in redazione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...