A VOLTE RITORNANO: LE AUTO AL PARCO LAMBRO

Sino al 2012 l’accesso al parco Lambro era vietato alle auto da maggio a settembre: la domenica.
In quell’anno il consiglio di Zona 3 chiese alla Giunta comunale di vietare l’uso delle auto nel Parco, per tutti i giorni dell’anno, mediante l’installazione di colonnine a scomparsa in viale Federico Garcia Lorca e in viale Alberto Ascoli.


All’epoca la Capanna dello Zio Tom non era utilizzata, il Peter Pan di via Van Gogh era chiuso; lo spogliatoio di via Licata era in disuso così come il campo da calcio di via Marotta.
Le realtà attive nel parco, vd. ad es. la Fondazione Exodus e il Centro Ambrosiano di solidarietà, hanno comunque sempre avuto la possibilità di accedervi con le auto poiché operatori, fornitori e dipendenti avevano in dotazione il dispositivo per regolare le colonnine a scomparsa; così pure i mezzi di soccorso, di emergenza e di polizia, i veicoli per manutenzione stradale, del verde, dei sottoservizi e dell’Amsa; le Guardie ecologiche di zona e gli operatori dell’Ente Parco Agricolo Sud.
Nel 2013 gli assessori  Bisconti (ambiente) e Maran (mobilità) dichiararono che l’installazione di pilomat, avvenuta nel frattempo, era «Un provvedimento importante per la nostra città […]. Il parco Lambro è uno dei più grandi del nostro Comune, una risorsa ambientale irrinunciabile per Milano, e non aveva senso fosse raggiungibile con mezzi a motore. Adesso finalmente tutti potranno viverlo in sicurezza e serenità».
Di parere contrario fu Don Mazzi che, senza giro di parole, definì i pilomat con le parole dei suoi ospiti “pirlomat”. (vd. http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/13_giugno_24/don-antonio-mazzi-parco-lambro-pilomat-feste-invaso-degrado-2221813839426.shtml)
Il 13 giugno 2015, a più di due anni dall’installazione dei pilomat, è stata modificata l’ordinanza che ne definiva la regolamentazione, e il parco è stato riaperto tutti i giorni dalle 20 alle 3 del mattino.
La razio di tale provvedimento deriva dal fatto che nel fatidico 2012 il comune di Milano aveva dato in concessione, dopo concorso, alla coop. Saman Lavoro, il Peter Pan, che dal maggio di quest’anno è operativo (vd. https://twbiblio.wordpress.com/2015/05/23/23-maggio-sax-day-prima-giornata-mondiale-del-sax/). Va da sé che la revoca del provvedimento restrittivo di accesso doveva essere effettuata. E a maggior ragione la modifica all’accesso al parco era necessaria perché ad agosto riprenderà l’attività della Capanna dello Zio Tom, data in concessione alla fondazione Exodus.
A riprova che in politica la mano destra non sa mai cosa fa la mano sinistra il CdZ3 è caduto giù dal pero e all’unanimità ha richiesto il ritiro dell’ordinanza e il suo coinvolgimento, forte del fatto che nel frattempo ai CdZ sono stati dati dei poteri sulla getsione del verde.
Dall’assessorato alla mobilità  hanno rassicurato che il Parco non viene aperto indiscriminatamente; c’é un controllo all’accesso che fa entrare un numero limitato di auto (?) lungo un percorso prestabilito, diretto a posteggi prestabiliti (?). Il tutto fino a mezzanotte per potere consentire l’uscita delle auto (l’ordinanza riporta alle h. 3.00).

Questa voce è stata pubblicata in redazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...