12 aprile INAUGURAZIONE DEL CAMPO INTITOLATO A CESARE GHEZZI


La cerimonia è stata breve. Gli oratori sobri: il sindaco Pisapia ha ricordato come in mattinata era in Zona all’inaugurazione del Punto Ronda. . Assente l’assessora. In ritardo il presidente CdZ. Le reti ripristinate. I pali delle porte con i canonici paracolpi. Bandierine gialle delimitano il campo. Dopo il disvelamento della lapide (in verità sono 2). I più piccoli, delle varie squadre convenute, hanno incominciato ad allenarsi sul campo. Gli altri non hanno certo perso tempo e, anch’essi, via con la palla ovale. Dopo un’ora è iniziata la prima partita giocata dalle squadre femminili (Nell’ultimo anno vi è stato un incremento del 57% di tesserate). E poi, a seguire… tutti contenti e felici.IMG_1977w
Chi è arrivato in bicicletta le ha attaccate ai pali.

Cesare_GhezziLa cerimonia di inaugurazione del campo da rugby, con dimensioni a norma per la pratica del rugby educativo, a fruizione libera*, avverrà, contestualmente all’intitolazione del campo a Cesare Ghezzi (5 marzo 1909 – 19 marzo 1996) mediano di mischia e capitano della nazionale di rugby italiana negli anni ’30. Nel dopoguerra Ghezzi ricostruisce il Rugby Milano (attualmente la sede della società è davanti alla biblioteca, in via Valvassori Peroni, 47). Nel 1954 la lascia per dare vita a una squadra tutta nuova i Chicken, traduzione sbagliata dell’italiano pulcini. Per Ghezzi l’idea di fondo è che il rugby sia adatto ai bambini. Sia lo sport il più formativo per i bambini. Anzi, il più formativo degli sport per bambini. E i primi giocatori del Chicken saranno il figlio di Ghezzi, Franchino, il nipote Pinuccio e i loro compagni di classe alla scuola media di piazza Ascoli: la Tiepolo. Un gruppetto di bambini di dieci anni che fino alla metà degli anni settanta resterà il nucleo dei Chicken: una squadra che ha respirato e assimilato l’idea di rugby del Ghezzi. Un’idea che prevede la regola di applaudire gli avversari ogni volta che segnano una meta e l’abitudine di terminare gli incontri amichevoli secondo il criterio “chi segna per ultimo ha pareggiato”.
La storia del Chicken** è la storia di un uomo che amava il rugby e delle centinaia di bambini, di ragazzi e di uomini che da lui hanno imparato ad amarlo.

* Fruizione libera significa che, a fronte della messa a disposizione di uno spazio con due porte da rugby, chi vorrà praticare questo sport dovrà: accedervi a piedi, poichè l’ingresso al parco Lambro è vietato alle macchine (tempo di percorrenza previsto 15 minuti dal mezzo pubblico più vicino); non avrà a disposizione una rastrelliera se vorrà andarvi in bicicletta; non fruirà di uno spogliatoio, di una doccia neppure con acqua fredda, di una panchina; potrà fruire di due servizi chimici ma dovrà portare dei pantaloncini con taschino onde utilizzare il soldino colà riposto, alla bisogna, per metterlo nell’apposita fessura del gabinetto chimico messo a disposizione da A2A AMSA.
**Nel 1988 i Chicken si sono fusi con il Rugby Rozzano.
Da ultimo IMG_1680w ci rammarichiamo che, la ns. modesta proposta di dotare il campo di una rastrelliera per biciclette, sia stata disattesa. In compenso ci sentiamo sollevati dal sapere che potremo vacuare alla bisogna in men che non si dica contrariamente a quanto succede nella biblioteca Valvassori Peroni.

P.S. Potete vedere come si trova il campo prima dell’inaugurazione https://twbiblio.wordpress.com/storie-x-immagini/aprile/8-aprile-tante-idee/

Il programma della giornata:
ore 14.00 Cerimonia di intitolazione del Campo con testimonianze sulla figura di Cesare Ghezzi
ore 14.30 Inizio del torneo Minirugby tra le rappresentative di CUS Milano, Union, ASR Milano, Amatori Rugby Junior, Chicken
ore 15.30 Incontro Chicken Femminile – CUS Milano Femminile cat. Seniores
Incontro u14/u16 femminile CUS Milano
ore 16.30 Incontro Rugby “Soft/Light” Progetto Mud Star


 

Questa voce è stata pubblicata in Eventi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...