Una storia esemplare scritta dai protagonisti: IL TENNIS CLUB AMBROSIANO

Dopo che avrete letto questo articolo ogni commento potrebbe risultare superfluo, gli stessi soci del club si autodefiniscono “intraprendenti”. Ma domani scadono i termini per pagare la mini IMU. E questo club nei fatti privato è riuscito dal dopoguerra ad oggi ad avere terreni in concessione, per due lire; fondi dal ministero per due milioni di euro; fidejussioni dal Comune per altri milioni. E costruisce/costruirà una palazzine di 3200 metri quadri spacciandola per ampliamento di edificio o, a seconda della bisogna, come primo museo del tennis, che per loro stessa ammissione sarà virtuale e ad oggi lo è sicuramente.
Ma in tutto. Quanto ha ricavato e ricava il Comune dalle convenzioni con il Tennis Club Ambrosiano? Come si concilia tutto ciò con il progetto di Parco metropolitano che ci è stato illustrato ieri sera, tra gli altri, dal vice sindaco De Cesaris e l’assessore Chiara Bisconti?

Come con due lire nei fatti si è privatizzato un pezzetto di parco Lambro. E poi con l’aiuto di chi ne è proprietario si costruiscono palazzine di 3 piani

Il Tennis Club Ambrosiano, sito in via Feltre  sul sito racconta di sé: “è uno dei più vecchi circoli tennistici di Milano e le sue origini risalgono agli anni 20.
1926 Un gruppo di tennisti denominato ”Tennis MonteRosa”, ottiene in affitto dalla proprietà Ingegnoli un terreno in via Ronchi, all’angolo con via Feltre, sulle rive di un laghetto (il Miralago), dove costruisce la nuova sede.
1945 Stipula una convenzione con la società Ledoga-Lepetit, nuovo proprietario del terreno, e diventa “Tennis Club Miralago”.
1951 Assume fisionomia autonoma e si dà il nome di “Tennis Club Ambrosiano”.
1963 Il Tennis Club Ambrosiano, causa la costruzione di nuovi edifici, viene sfrattato, ma, grazie all’intraprendenza di un gruppo di vecchi soci trascinati dal Presidente Gianni Moroni e dall’Ing. Alberto Tartufoli, il Circolo ottiene in concessione dal Comune di Milano un’area di 25.000 mq. in Via Feltre. Su quest’area viene edificata l’attuale sede del Tennis Club Ambrosiano, che viene inaugurata il 25 maggio 1963.
1965 Ancora sotto la presidenza Moroni, e con la collaborazione attiva del consigliere Nino Colombo, nasce il “TORNEO AVVENIRE” riservato a ragazzi e ragazze sotto i 16 anni, che da allora costituisce il fiore all’occhiello del Tennis Club Ambrosiano. Decollato a livello nazionale, dopo pochi anni di collaudo positivo, nel 1969 il torneo diventa internazionale, iniziando un percorso di grande successo che ne ha fatto il più importante torneo mondiale under 16.
1982 Il Comune di Milano rinnova al Tennis Club Ambrosiano la concessione ventennale, che viene ulteriormente rinnovata nel 2002 e prorogata fino al 2029.
2006 Il Tennis Club Ambrosiano da il via a un grande progetto che prevede: la ristrutturazione dell’attuale palazzina con il rifacimento completo degli spogliatoi (opera già ultimata) e la riorganizzazione degli spazi al piano terra, la costruzione di una seconda palazzina… per realizzare la quale (ecco l’idea luminosa (n.d.r)) al piano superiore sarà realizzato il MUSEO DEL TENNIS, museo tematico permanente unico in Italia, per il quale il TC Ambrosiano ha vinto il concorso indetto dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio, con un contributo finanziario in conto capitale.
gazzetta-museo-121012
Il Progetto Museo ha partecipato e vinto nel 2006 il concorso indetto dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio per la realizzazione di un Museo tematico permanente dedicato al tennis.
Il MUSEO, unico sul territorio nazionale, sarà realizzato con formula rivoluzionaria, con ambienti e scenari digitali interattivi in cui immagini, suoni e luci seducono l’attenzione e la partecipazione di visitatori di tutte le età.
Il MUSEO tratterà il tennis in tutta la sua essenza, analizzandone gli aspetti sportivi, agonistici, scientifici, sociali e storici.
Mille metri quadrati di tastiere, postazioni e schermi con cui il visitatore potrà interagire, selezionare campioni del passato e attuali per studiarli e sfidarli in partite virtuali, rivivere, o per i più giovani scoprire, incontri storici che sono rimasti nella memoria collettiva, rinnovando così l’entusiasmo che questo sport riesce sempre a suscitare.
Il Museo occuperà un intero piano della nuova palazzina del TC Ambrosiano, che sarà costruita a fianco dell’attuale, per complessivi 3.200 mq, e che ospiterà:
PIANO INFERIORE – centro benessere con sauna, bagno turco e locali per il trattamento del corpo, una piscina dedicata all’acquagym, una grande palestra con sala macchine e sala corpo libero
PIANO INTERMEDIO – dedicato ad attività ludiche e culturali con sala biliardo, grande sala carte e spazi per eventi, meeting e mostre
PIANO SUPERIORE – interamente dedicato al Museo del Tennis
Nell’ambito del progetto è prevista anche la ristrutturazione dell’attuale club-house del TCA con la razionalizzazione dell’area reception, la creazione di luminosi spazi per la conversazione e la socializzazione, la riorganizzazione dell’area bar e l’ampliamento dell’area ristorante affacciata sulla piscina e sul confinante parco Lambro.
 S2200012wIl costo complessivo del progetto è di 5 milioni di euro, di cui uno già speso per il rifacimento degli spogliatoi e la sistemazione della terrazza, 2 finanziati in conto capitale con un contributo ministeriale e due finanziati con un mutuo della durata di 18 anni, garantito dalla fidejussione del Comune di Milano deliberata dal Consiglio Comunale in data 11 ottobre 2012, come riportato da La Gazzetta dello Sport del 12 ottobre 2012.
La nuova struttura sarà indicativamente pronta nel 2015.
Come no! Siamo a gennaio del 2014 e ciò che è visibile dall’esterno, considerata l’onerosità dell’accesso ai privati, nonostante le affermazioni di stampa relative ai prezzi modici per accedervi (vedi http://tcambrosiano.com/club/quote-sociali) è il cartello appena affisso sul muro di cinta del Club.
Le caratteristiche dell’intero progetto nel sito del Tennis club sono così illustrate
rendering_museo

Questa voce è stata pubblicata in redazione e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...