10 settembre INNSE DI VIA RUBATTINO: MENTRE SI PROSPETTA UNA SOLUZIONE POSITIVA SILVANO GENTA, PROPRIETARIO DELL’AZIENDA, GIOCA A ESASPERARE LA SITUAZIONE

Comunicato stampa Fiom Milano

A tutto ci deve essere un limite e Silvano Genta, proprietario della Innse Iniziative, quel limite lo ha superato questa mattina, comunicando ai lavoratori che da mesi stanno mandando avanti la produzione (che fosse per lui sarebbe cessata da tempo) che non pagherà loro il salario del mese di agosto.
Tutto questo mentre è già convocato per venerdì 12 presso il Ministero un incontro per risolvere positivamente la vicenda, dal momento che esiste un vero imprenditore (il gruppo Ormis) che ha già dichiarato, anche pubblicamente, la propria volontà di rilevare lo stabilimento e di investire, garantendo non solo gli attuali posti di lavoro ma incrementando l’occupazione.

Siamo di fronte ad un atto gravissimo, l’ennesimo di una serie di provocazioni messe in campo dalla Innse Iniziative per portare all’esasperazione gli operai che continuano a garantire il funzionamento della fabbrica.
Proprio alla vigilia di un appuntamento che può (e per noi deve) concludersi con una soluzione positiva, Genta cerca di spostare sul piano dell’ordine pubblico una vicenda che deve rimanere nel contesto della trattativa. I lavoratori sino al 22 agosto (data in cui con un mancato accordo si è conclusa la procedura di mobilità) sono stati a tutti gli effetti dipendenti della Innse e hanno tutti i diritti di rivendicare il proprio stipendio, di contestare un gesto arrogante e sconsiderato, di chiedere che tutti i soggetti che hanno la titolarità di intervenire facciano pressioni su un imprenditore che non merita certo di essere chiamato tale.

E’ quello che abbiamo chiesto questa mattina in un incontro che si è svolto in prefettura, è quello che continueremo a chiedere, perché grazie alla tenacia dei lavoratori la Innse è una realtà che funziona e che può continuare a produrre.

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in redazione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...